Ravenna-Basilica-di-San-Vitale-08

Ravenna e i suoi mosaici bizantini

0

Ravenna è l’indiscussa capitale dei policromi mosaici bizantini, custoditi all’interno di Basiliche e Battisteri che fanno parte del Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Ravenna, Basilica di San Vitale
Ravenna, Basilica di San Vitale

L’ideale sarebbe potersi fermare almeno per un weekend, per ammirare i monumenti e i numerosi musei cittadini; tuttavia, se come me avete solo un giorno a disposizione, dovrete fare delle scelte. Qui vi racconto cosa ho visto io!

Iniziamo dicendo che l’accesso ai monumenti è vincolato alla prenotazione obbligatoria, scegliendo dal sito ufficiale l’orario di accesso. I 5 monumenti patrimonio Unesco (Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano e Museo Arcivescovile con Cappella di Sant’Andrea) sono tutti nel centro storico e raggiungibili con delle piacevoli passeggiate. Per vederli tutti è sufficiente mezza giornata, anche se il biglietto ha una durata di sette giorni e si può scegliere di visitarli in giornate diverse (una sola visita per monumento). I biglietti si possono fare sul sito ufficiale: https://www.ravennamosaici.it/biglietteria-online/

Io ho scelto di vedere i quattro monumenti e di tralasciare il Museo Arcivescovile, per poter aggiungere la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, che si trova al di fuori del centro storico e per la quale va fatto un biglietto a parte. Il link l’acquisto del biglietto è https://info.ravennantica.it/selection/timeslotpass?productId=10228213489700

Partiamo proprio da quest’ultima la visita!

La Basilica di Sant’Apollinare in Classe è considerata il più grande esempio di Basilica paleocristiana. Nonostante le spoliazioni che hanno avuto luogo nel corso dei secoli preserva il suo fascino ed è particolarmente ammirata per gli splendidi mosaici policromi che ne contraddistinguono il catino absidale. Di particolare impatto è sicuramente l’opera musiva centrale in cui figura Sant’Apollinare dotato di aureola, attorniato da 12 pecore, simboleggianti gli apostoli.

Ravenna, Basilica di Sant’Apollinare in Classe
Ravenna, Basilica di Sant’Apollinare in Classe

Spostandosi in centro, il mio consiglio è di parcheggiare al Parcheggio Giustiniano, gestito da una coperativa di ragazzi differentemente abili, il prezzo giornaliero (non frazionabile) è di 3€. Dal parcheggio a piedi potete raggiungere i principali siti di Ravenna.

La Basilica di San Vitale è un vero capolavoro dell’arte tardo romana ed è probabilmente il simbolo più famoso dei mosaici di Ravenna. I mosaici custoditi all’interno risalgono ad epoche diverse, collocabili comunque attorno al VI secolo. I mosaici più antichi sono quelli che rappresentano la teofania, in corrispondenza del catino absidale. Nelle pareti laterali due opere musive riportano il corteo di Giustiniano e quello di Teodora. Particolarità della Basilica è che tutti gli spazi disponibili, lunette, estradossi e pareti presentano mosaici con scene tratte dalle Sacre scritture. https://www.ravennamosaici.it/basilica-di-san-vitale/

Ravenna, Basilica di San Vitale
Ravenna, Basilica di San Vitale
Ravenna, Basilica di San Vitale
Ravenna, Basilica di San Vitale

Nello stesso giardino si trova il Mausoleo di Galla Placidia, un monumento funerario fatto costruire dalla sorella dell’imperatone Onorio. L’intero edificio, con pianta a forma di croce latina, è pressoché intatto. La cupola è la parte più famosa della decorazione: sul blu intenso del cielo coronato da 570 stelle dorate si staglia la croce gloriosa, come simbolo della resurrezione, del trionfo della vita sulla morte. Il mausoleo è ricco di molti altri simboli cristiani, come colombe, cervi, piante, fiori e frutti. Molto bella è anche la rappresentazione di Cristo circondato da sei pecorelle in prossimità della porta e la lunetta di San Lorenzo. https://www.ravennamosaici.it/mausoleo-di-galla-placidia/

Ravenna, Mausoleo di Galla Placidia
Ravenna, Mausoleo di Galla Placidia
Ravenna, Mausoleo di Galla Placidia
Ravenna, Mausoleo di Galla Placidia

Ad una decina di minuti si trova la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Ultimata nel VI secolo, ospita all’interno il più antico ciclo musivo del Nuovo Testamento con uno stile misto (le parti originali, dell’età di Teodorico, sono di stampo ellenistico-romano mentre la parte rifatta è di stampo bizantino). https://www.ravennamosaici.it/basilica-di-santapollinare-nuovo/

Ravenna, Basilica di Sant'Apollinare Nuovo
Ravenna, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo
Ravenna, Basilica di Sant'Apollinare Nuovo
Ravenna, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo

Con un’altra piacevole passeggiata si raggiunge il Battistero Neoniano, conosciuto anche come Battistero degli Ortodossi. Il Battistero è stato costruito prima del trasferimento della capitale da Milano a Ravenna e presenta dei bellissimi mosaici nella cupola, dov’è rappresentato il battesimo di Cristo immerso nelle acque del Giordano di fronte a Giovanni Battista. Le pareti dell’edificio sono un insieme di marmi policromi, stucchi e scritte intarsiate. https://www.ravennamosaici.it/battistero-neoniano/

Ravenna, Battistero Neoniano
Ravenna, Battistero Neoniano
Ravenna, Battistero Neoniano
Ravenna, Battistero Neoniano

A questo link potete scaricare il pdf con la mappa della città: https://ravennamosaici.it/wp-content/uploads/2018/12/2019_O-R-Mappa-Turistica.pdf

Se volete vedere tutte le foto dei mosaici di Ravenna, le potete trovare nel mio spazio Flickr: https://www.flickr.com/photos/borntotravel77/albums/72157715589880411

Leave a Comment