Spello

Spello (Umbria), tra vicoli e fiori

0

Spello, piccolo centro umbro di stampo medievale arroccato su una collina sulla piana di Spoleto, è uno dei luoghi più famosi dell’Umbria.

Spello
Spello

La piccola cittadina di Spello è un borgo incantevole da visitare tutto l’anno, famoso in tutto il mondo per le infiorate e per i bei vicoli in pietra. Gran parte del fascino risiede infatti nell’incanto delle sue stradine e dei suoi scorci, motivo per il quale vale la pena abbandonare la via principale e perdersi per i vicoli medievali.

Per entrare in città ci sono cinque porte, di origine romana e parte delle mura augustane che tuttora circondano la città. Quella più vicina ai grandi parcheggi e alla fermata del pullman è Porta Consolare, piuttosto diroccata e con un caratteristico ulivo che cresce sulla sommità.

Spello, Porta Consolare
Spello, Porta Consolare

Risalendo Via Consolare (il primo pezzettino di strada che si incontra) si arriva in Via Cavour, la via principale e fulcro della cittadina. La prima tappa si può fare dopo un paio di minuti, per ammirare attraverso i vetri la piccola Cappella Tega, ricoperta da affreschi del 1461.

Risalendo ancora si incontra sulla destra la chiesa di Santa Maria Maggiore, una delle ventidue chiese di Spello dedicate alla Vergine (alcune non più esistenti). E’ particolarmente affascinante il portale ma la vera attrazione al’interno sono gli affreschi del Pinturicchio (del 1501) che decorano la Cappella Boglioni. La chiesa all’interno è totalmente in stato di restauro per i danni subiti dal terremoto ma tra le 10 e le 17 si può accedere dal cortile interno per vedere i soli affreschi (prezzo di 3€ a persona, non si possono fare foto, merita veramente molto). Gli orari sono un po’ variabili, così come i giorni di apertura e chiusura, ma vale la pena provare.

Spello, Chiesa di Santa Maria Maggiore

Proseguendo lungo la strada in salita si arriva a Piazza della Repubblica, dove si trova il Palazzo Comunale e dov’è piacevole fermarsi per un caffè sui tavolini all’aperto.

Spello, Palazzo Comunale

Merita arrivare fino alla fine della via principale di Spello per due motivi in particolare: il primo è perdersi per esplorare le stradine secondarie e i vicoli medievali perfettamente conservati, il secondo è arrivare al punto più alto dove si trovano la Rocca e il belvedere.

Se decidete di visitare Spello nel pomeriggio e di fermarvi poi a cena il mio consiglio è di provare l’Hostaria Dadà (mi raccomando, fermatevi prima a prenotare un tavolino). Il servizio è casalingo, la proprietaria simpatica e i prezzi sono ottimi. Il menù comprende alcune fra le migliori specialità umbre, in particolare un ricco tagliere di salumi e formaggi tipici e una pasta cacio e pepe con tartufo nero veramente saporita.

Spello, Hostaria de Dadà

Se volete vedere le fotografie di Spello, le potete trovare nel mio spazio Flickr: https://www.flickr.com/photos/borntotravel77/albums/72157715841107613 oppure qui sul sito nella pagina dedicata alle fotografie dall’Italia: http://www.claudiatoffolon.com/italia/

Leave a Comment