Lubiana

Lubiana, alla scoperta della capitale della Slovenia

0

Lubiana, la piccola capitale della Slovenia, è una incantevole città incoronata da un castello sulla collina, che può essere scoperta in un fine settimana.

Lubiana
Lubiana

Lubiana è una città meravigliosa fin dal nome. In sloveno infatti Ljubljiana suona quasi come Ljubljena, che nella lingua locale significa “amata”. E questa è la sensazione che proverete andando alla scoperta della città. I quartieri più interessanti sono quelli centrali, che possono essere esplorati comodamente a piedi, lasciando la macchina in uno dei parcheggi periferici (o arrivando dall’Italia in autobus o in treno).

Lubiana è divisa in due dal fiume Ljubljianica che separa la parte ovest (Center) dalla parte est (Tabor e Poljane). Partiamo però con il nostro itinerario dalla stazione ferroviaria/autobus, dove si può imboccare la lunga Miklosiceva Cesta, che in 650metri porta poi diretta in centro.

Lungo questa strada, prima di arrivare nella piazza centrale, si possono ammirare alcuni tra gli edifici più belli di Lubiana. La prima tappa è nel Parco Miklosecev, circondato da meravigliosi edifici in stile art nuoveau. Purtroppo, come in tutte le città dell’est, le meraviglie architettoniche sono spesso intervallate da orribili costruzioni dal dubbio gusto estetico… passate oltre! Proseguendo, meritano di essere segnalati gli edifici dell’ex Banca Cooperativa (civico 8, facciata dalle splendide decorazioni geometriche rosse, gialle e blu), il Grand Hotel Union (del 1905, il più importante e lussuoso albergo della città) e della ex Banca Popolare di Credito (civico 4, si contraddistingue per le statue di due donne che reggono un portamonete e un’arnia).

Lubiana, edificio dell'ex Banca Cooperativa
Lubiana, edificio dell’ex Banca Cooperativa

Si arriva quindi in Presernov Trg, una delle piazze principali di Lubiana. Al centro della piazza si trova la statua di Presernov, il più famoso poeta sloveno (alcuni suoi versi sono incisi alla base del monumento). Subito a fianco si trova la Farmacia Centrale, un tempo sede di un elegante caffè (entrate anche solo per curiosare). Spostando lo sguardo verso sinistra si vede la barocca Chiesa Francescana dell’Annunciazione, dall’inconfondibile color rosa salmone. Altri palazzi interessanti della piazza sono Palaca Urban e Casa Hauptman, entrambi in stile secessionista. Una curiosità: cercate la casa al civico 4 e sbirciate nel cortile; vedrete una statutetta in terracotta di una donna che guarda dalla finestra verso la statua di Presernov, in segno di ammirazione. Da Presernov Trg ci si piò spostare verso il centro storico attraversando il Triplice Ponte, contraddistinto da tre arcate (quella centrale è del 1842, le due laterali sono state aggiunte in seguito).

Il nostro itinerario però procede verso sud per raggiungere quattro piazze molto interessanti. Novi Trg, il vecchio fulcro medievale di Lubiana, che conserva tuttora alcune caratteristiche dell’epoca e ospita l’Accademia Slovena delle Arti e delle Scienze (bellissimo edificio del Cinquecento) e la Biblioteca Nazionale (vale la pena entrare, osservando i pomelli a testa di cavallo, per ritrovarsi prima avvolti dal marmo nero e poi immersi nella luce; cercate anche la Sala di lettura principale, con splendide pareti in cristallo; la visita è consentita in estate ma solo in gruppo guidato). La seconda piazza è Trg Francoske Revolucije, con palazzi edificati dai Cavalieri Teutonici della Croce. Qui meritano un’occhiata la Colonna di Ilirija, dedicata a Napoleone, e il Krizanke (complesso monastico che ora ospita il Festival Estivo di Lubiana, concerti e manifestazioni). Sulla piazza si affaccia anche l’interessante Museo Civico. La terza piazza è Kongresni Trg, che si contraddistingue per il piacevolissimo parco Zvevda al centro. La piazza ospita la sede centrale dell’Università di Lubiana (palazzo del 1902, nato come palazzo ducale), la sede dell’Orchestra Filarmonica Slovena (fondata nel 1701, tra le più antiche del mondo, diretta per due anni da Gustav Mahler) e la Chiesa Orsolina della Santa Trinità (in stile barocco, il più bell’esempio in città). In un lato della piazza si trova anche il bizzarro Museo delle Illusioni, la House of Illusions. La quarta piazza è Trg Republike, che ospita il Palazzo del Parlamento e alcuni monumenti di stile rivoluzionario.

Lubiana, Kongresni Trg, Filarmonica
Kongresni Trg, Filarmonica

Dopo aver ammirato le piazze l’itinerario torna verso il fiume e i quartieri di Kartovo e Trnovo. Molto carina è in particolare la zona attorno a Krakovska ulica, la “Montmartre di Lubiana” dalle graziose case a due piani. Questi quartieri sono prevalentemente residenziali e molto piacevoli, costellati di qualche rovina romana e graziosi giardini.

Passando il fiume e svoltando a sinistra si arriva in Gornji Trg, la Piazza Superiore, caratterizzata da alcune case medievali e dalla Chiesa di San Floriano. Risalendo la strada che costeggia le case medievali si può risalire fino alla collina del Castello.

Lubiana, Gornji Trg
Gornji Trg

Proseguendo invece parallelamente al fiume, si oltrepassa quella che un tempo era chiamata la Porta dei Balcani e si attraversa Stari Trg, la Piazza Vecchia, il cuore del centro storico. E’ molto piacevole passeggiare per questa strada, tra vecchi negozio dell’Ottocento, portoni in legno e vicoli nascosti che portano al Castello o al fiume. Lungo la strada vale la pena ammirare Casa Schweiger, in stile rococò con un balcone superiore sorretto da un Atlante che fa il gesto del silenzio con un dito sulle labbra, e l’edificio al civico 2, una vecchia prigione.

Lubiana, Casa Schweiger
Casa Schweiger

L’itinerario arriva quindi in Mestni Trg, dove spicca l’enorme municipio (molto carino il cortile interno in stile gotico). Davanti al Municipio si trova la Fontana del Robba, del 1751, con tre titani che reggono delle urne da cui zampilla l’acqua: si tratta dei tre fiumi della Carniola, la regione slovena dove si trova Lubiana.

Lubiana, Mestni Trg
Mestni Trg

Proseguendo oltre la piazza si arriva al Mercato Centrale (di cui vi parlo più avanti) e successivamente a Krekov Trg dove si trova l’accesso della funicolare che sale al Castello. Dal Belvedere del Castello si gode una splendida vista sulla città di Lubiana; il Castello invece non è imperdibile. Si può raggiungere la cima della collina anche a piedi, in circa 15 minuti.

Ridiscesi in Krekov Trg ci si può dirigere allo Zmajski most, il famoso Ponte dei Draghi. Le sculture sono un po’ inquietanti e sembrano quasi reali al punto che si narra che agitino le ali ogni volta che una ragazza vergine attraversa il ponte. La struttura è un esempio di spicco dell’architettura in stile Sezession. Il drago è il simbolo di Lubiana e troneggia fieramente sullo stemma cittadino. La leggenda narra che Lubiana sia stata fondata dall’eroe mitologico greco Giasone, che rubò il vello d’oro del re Aites, e poi con l’equipaggio degli Argonauti scappò sulla nave Argo attraverso il Mar Nero fino al Danubio e risalì il fiume Sava fino al fiume Ljubljanica. Lì gli Argonauti smontarono la nave, la trasportarono fino al mare Adriatico, dove fu ricomposta e con essa fecero ritorno in Grecia. Sulla strada per il mare, alla sorgente del fiume Ljubljanica, si fermarono in un grande lago e in una palude dove viveva un drago. Giasone affrontò il drago, lo sconfisse e lo uccise.

Lubiana, Zmajski most, il famoso Ponte dei Draghi
Zmajski most, il famoso Ponte dei Draghi

Senza attraversare il ponte, si può tornare in Vodnikov Trg e Pogacarjev Trg, dove si trova il mercato centrale, con bancarelle che vendono prodotti locali, prevalentemente fatti in casa. Il mercato è fiancheggiato da una elegante struttura coperta, il Colonnato di Plecnik, da cui si gode una vista tranquilla sul fiume. Passando ora sull’altra sponda del fiume (c’è un ponte pedonale ai margini del porticato) ci si ritrova nell’animata zona alle spalle di Presernov Trg, dove si trovano moltissimi locali dove sedersi all’aperto in ogni stagione dell’anno.

Lubiana, Colonnato di Plecnik visto dall'altra parte del fiume
Colonnato di Plecnik visto dall’altra parte del fiume

Dopo tanto camminare, vi consiglio un posto dove poter bere o mangiare qualcosa godendo di una vista pazzesca: Nebotičnik, un grattacielo alto circa 70 metri alla cui sommità si trovano un bellissimo bar, un club ed una terrazza panoramica su Lubiana. Si trova poco fuori dal centro storico ed è chiuso la domenica. Il sito è http://www.neboticnik.si/.

Se volete invece mangiare qualcosa in centro, ci sono un paio di posti veramente tipici, fra i quali vi consiglio Spajza, Sokol e Pr’Potic, tutti provati personalmente e promossi!

Lubiana, itinerario
Lubiana, itinerario

Se volete leggere gli altri posti sulla Slovenia, date un’occhiata qui sotto!

Leave a Comment