Alla scoperta del Castello di Duino

Storica dimora privata dei Principi von Thurm und Taxis, il Castello di Duino sorge su uno sperone roccioso a precipizio sul mare e gode di una vista privilegiata sul Golfo di Trieste.

Castello di Duino, Trieste

Le origini del Castello di Duino risalgono all’epoca romana (del periodo di Diocleziano, III d.C.) ma di quella costruzione sono rimasti solamente dei resti di una torre, tuttora visibili nel corpo del castello. Anche della prima vera costruzione, una fortezza inespugnabile del X secolo, restano poche tracce sul promontorio adiacente a quello attuale. Il castello arrivato fino ai giorni nostri è stato invece costruito nel quattordicesimo secolo. A causa degli ingenti danni subiti durante il primo conflitto mondiale, tutta la struttura ha subito importanti interventi di ristrutturazione che però hanno mantenuto l’aspetto originale del maniero.

Oggi il Castello di Duino è costituito da un insieme armonico di elementi che derivano da epoche diverse. La struttura abbraccia un cortile con un loggiato ed è protetta da alte mura di cinta bastionate che nel tempo lo hanno difeso dalla nuova minaccia turca, da quella perenne di Venezia e dalle ostilità di nobili ribelli.

Numerosi ospiti di prestigio sono stati ospiti nel Castello di Duino nel corso degli anni: dalla Principessa Elisabetta d’Austria (la Sissi tanto amata dai Triestini), all’Arciduca Francesco Ferdinando d’Austria, da Johann Strauss a Franz Liszt (che qui suonava un fortepiano tuttora visibile nelle sale del castello), da Paul Valery a Gabriele D’Annunzio. L’ospite più celebre fu il poeta Rainer Maria Rilke, che qui compose le sue famose “Elegie”, al quale è dedicato un panoramico sentiero che parte dal Castello e raggiunge la baia di Sistiana, con viste mozzafiato sul mare e sul Carso.

All’interno del Castello di Duino si possono visitare quasi una ventina di sale dove si trovano ricche testimonianze della storia dei Principi proprietari del maniero e dei loto antenati. Tra i particolari da non perdere vi è sicuramente il fortepiano suonato da Liszt nel 1810 e la Scala del Palladio.

Oltre agli interni vale la pena affacciarsi dalle finestre a picco sul mare e raggiungere la terrazza panoramica in cima alla torre per godere di uno straordinario panorama a 360° sulla natura circostante.

Attraverso il grande parco inoltre si può accedere accede al bunker costruito durante la seconda guerra mondiale nella roccia a picco sul mare, recentemente restaurato e trasformato in un suggestivo mini-museo con cimeli d’epoca che sono esposti in una sala di ben 400 metri quadrati scavata a 18 metri di profondità.

Il Castello di Duino si trova a Duino-Aurisina, in provincia di Trieste.. E’ aperto tutti i giorni della settimana tranne il martedì tra le 9:30 e le 13:00. Il biglietto di ingresso costa 10€ (riduzioni per bambini e anziani) mentre c’è un prezzo supplementare da pagare sia per le visite guidate che per la visita del Castel Vecchio (l’Antica Rocca dell’XI Secolo). Entrambe le visite vanno prenotate anticipatamente contattando la struttura (https://www.castellodiduino.it/).

A pochi passi dal Castello di Duino potete fare una suggestiva passeggiata di poco meno di 2km (più altrettanti per tornare indietro): si tratta del Sentiero Rilke. Se vi interessa, ve lo racconto qua: https://www.claudiatoffolon.com/2020/06/06/il-sentiero-rilke-passeggiata-tra-carso-e-mare/


Qui sotto trovate qualche spunto su altri luoghi da vedere in Friuli Venezia Giulia:

Qui sotto trovate qualche spunto su altri luoghi da vedere in Italia:

Leave a Comment