Orvieto, Duomo

Orvieto (Umbria), cosa vedere in una giornata

0

Cosa vedere in una giornata a Orvieto, la città etrusca dell’Umbria: dal Duomo al Pozzo di San Patrizio, dalla necropoli etrusca a Orvieto sotterranea.

Orvieto, Duomo
Orvieto, Duomo

Orvieto, in Umbria, è una città di origine etrusca tra le più antiche d’Italia. Sorge a 325 metri di altezza, al di sopra un altopiano di tufo. La particolare conformazione della città, a picco sulla vallate circostanti, è dovua ai resti di quattro coni vulcanici. Nel corso del tempo le eruzioni hanno arricchito il terreno circostante, rendendolo favorevole per la coltivazione e la produzione di ottimo vino.

Il centro della cittadina è ricco di cose interessanti che si possono visitare in una giornata.

Se arrivate in macchina, vi consiglio lasciarla nel parcheggio a pagamento in Piazza del Campo della Fiera. Da lì potrete salire attraverso il comodissimo sistema di scale mobili che vi porterà fino in Piazza de Ranieri. Da lì potete iniziare la vostra esplorazione imboccando la Loggia dei Mercanti che vi porterà velocemente in Piazza della Repubblica, dove si trovano il Palazzo Comunale e la Chiesa di Sant’Andrea.

Orvieto, Chiesa di Sant'Andrea
Orvieto, Chiesa di Sant’Andrea

Imboccate Corso Cavour, la via principale della città e in pochi minuti arriverete alla medievale Torre del Moro. Dalla cima della torre, alta 47 metri, si gode di una vista mozzafiato su Orvieto e sulla campagna circostante.

Svoltando a destra si arriva in Piazza del Duomo, dove si trova uno dei più grandi capolavori gotici d’Italia, il Duomo. La facciata monumentale, alta 52 metri, è un trionfo di colonne, spirali, bassorilievi, sculture, colori abbaglianti e dorati, portali immensi e centinaia di piccoli altri dettagli. A partire dai quattro pilastri alla base (che descrivono scene dell’Antico e del Nuovo Testamento), ai tre portali di accesso in bronzo riccamente decorati, ai mosaici, fino ai rosoni, potrete stare in contemplazione a lungo!

Orvieto, Duomo
Orvieto, Duomo

All’interno il Duomo è piuttosto freddo, caratterizzato da sfumature di grigio e da enormi statue. Arrivando però al transetto destro si può ammirare una delle cappelle più ricche dell’Umbria, la Cappella di San Brizio, completamente affrescata da 27 scene tra le quali spicca il Giudizio Universale di Luca Signorelli (che si dice ispirarono Michelangelo per la Cappella Sistina).

Per visitare il Duomo dovete munirvi del biglietto d’ingresso che si può comprare al Museo archeologico, sul lato destro della piazza. Il biglietto è cumulativo per la visita del Museo.

Orvieto, Cappella Brizio (Duomo)
Orvieto, Cappella Brizio (Duomo)

Nei dintorni del Duomo si trovano alcuni musei interessanti: il Museo Claudio Faina, il Museo archeologico nazionale e il Museo dell’opera del Duomo.

Sempre nella Piazza del Duomo, sul lato opposto, si trova l’ufficio del turismo, da cui partono i tour di Orvieto Underground. Orvieto è una città costruita sopra un altipiano di tufo nel quale sono state scavati – fin dal tempo degli etruschi – caverne, cantine, gallerie e acquedotti. Si tratta di circa 1200 grotte, la maggior parte private e usate oggi come cantine e magazzini. Alcune possono essere scoperte con una visita guidata molto interessante. E’ consigliato prenotare la visita tramite il sito http://www.orvietoundergroung.it.

Orvieto underground (Orvieto sotterranea)
Orvieto underground (Orvieto sotterranea)

Altra tappa imperdibile ad Orvieto è sicuramente la visita del Pozzo di San Patrizio. La struttura è profonda 62 metri e larga 13 metri, e serviva per portare l’acqua in superficie grazie al prezioso lavoro degli asini che risalivano due larghe scalinate elicoidali di 248 gradini ciascuna. Metà del pozzo è scavata nel tufo, metà è in mattoni. Il tutto è illuminato da 72 finestre tagliate nella spirale della cavità centrale. Per visitare il pozzo dovete (pazientemente) mettervi in fila ma ne vale sicuramente la pena.

Orvieto, Pozzo di San Patrizio
Orvieto, Pozzo di San Patrizio
Orvieto, Pozzo di San Patrizio
Orvieto, Pozzo di San Patrizio

Altre cose da vedere a Orvieto sono la Necropoli etrusca e alcune chiese (San Lorenzo de Arari, San Giovenale, San Domenico).

Per ottimizzare le vostre visite, potete valutare l’acquisto della Orvieto Carta Unica (http://www.cartaunica.it/). Se state invece visitando anche altri posti in zona, vi consiglio la Onetcard (http://www.onetcard.net/) la card turistica di Orvieto,Civita di Bagnoregio e Bolsena. Quest’ultima card a noi è stata regalata dai meravigliosi proprietari del b&b dove abbiamo soggiornato, La Casetta dei Nonni (http://www.lacasettadeinonni.com/it/) che vi consiglio caldamente per la splendida accoglienza e per la bellezza della struttura.

In centro ad Orvieto, per mangiare un buon panino – spesso ripieno con tartufo – vi consiglio La Piccola Panineria del Corso, se invece volete mangiare qualcosa di tipico vi consiglio l’Osteria da Mamma Angela e i suoi umbriachelli con pistacchio e speck! L’Umbria in cucina non delude mai!

Se volete vedere le fotografie di Orvieto, le potete trovare nel mio spazio Flickr: https://www.flickr.com/photos/borntotravel77/albums/72157715841107613 oppure qui sul sito nella pagina dedicata alle fotografie dall’Italia: https://www.claudiatoffolon.com/italia/

Leave a Comment