Sacile, cosa vedere nel giardino della Serenissima

Sacile, cosa vedere nel giardino della Serenissima

Sacile è una delle cittadine più belle del Friuli Venezia Giulia, abbracciata dal fiume Livenza dove si specchiano eleganti palazzi in stile lagunare.

Sacile
Sacile

Sacile, chiamata anche Giardino della Serenissima per le sue atmosfere veneziane, è un piccolo gioiello di arte e cultura. Il centro storico sorge su due isolotti circondati dal fiume Livenza, che scorre placido regalando scorci bellissimi e suggestivi.

Numerosi sono i palazzi nobiliari del periodo veneziano, la maggior parte dei quali si specchiano nelle acque della Livenza, affiancati da altrettanti edifici in stile rinascimentale, soprattutto nella vie principali.

La vita cittadina ruota attorno alle due piazze principali: Piazza Duomo e Piazza del Popolo. Proprio da qui può partire l’itinerario alla scoperta di Sacile. In Piazza del Popolo si trova la Loggia Comunale, del 1483, un ampio palcoscenico che si apre verso la piazza. Il palazzo nel corso dei secoli ha avuto diverse funzioni: fu luogo di incontri, sede di adunanze, archivio storico, sede di rappresentazioni teatrali. Dal 1930 è adibito a sede del municipio. Sotto la loggia si trovano i busti di Mazzini, Garibaldi, Cavour e Vittorio Emanuele II. Da notare anche gli stemmi dei Savoia e un’iscrizione del 1728 sulla colonna all’angolo riguardante le concessioni ai mercati.

  • Sacile, Piazza Duomo

Uscendo da Piazza del Popolo verso via Zancanaro si arriva al Palazzo Ragazzoni Flangini Biglia, il simbolo del legame tra Sacile e la Serenissima e punto di riferimento per Sovrani, Papi ed Imperatori del Cinquecento. L’edificio porta il nome dei Ragazzoni, un’illustre famiglia di armatori e mercanti veneziani. Il Palazzo attuale è una parte di quello storico e si affaccia sia sulla via del centro che sulla Livenza. Si può visitare il cortile d’onore con diverse statue in stucco e alcune delle sale interne dove si trovano degli splendidi affreschi eseguiti a fine ‘500 (scene che raffigurano i Ragazzoni in compagnia di alcuni fra i più famosi sovrani del tempo come Maria Tudor, Maria D’Austria, il Doge Venier e il Gran Visir di Costantinopoli). Si possono visitare anche la Cappella Gentilizia, con decorazioni a stucco dei primi del Settecento, la Saletta delle Bandiere, affrescato con raffigurazioni di simboli e bandiere degli Stati che sono entrati in relazione con la famiglia Ragazzoni, e il Salone d’Onore, la sala da ballo decorata con affreschi di figure mitologiche ed allegoriche.

Sacile, Palazzo Ragazzoni Flangini Biglia
Sacile, Palazzo Ragazzoni Flangini Biglia

Attraversando il cortile interno si esce verso il Giardino dell’Ortazza e da qui, passando un ponte in legno, si intraprende la strada che porta in Piazza Duomo. Qui si trovano il Duomo di San Nicolò, dalla facciata di stile rinascimentale. Spiccato tre statue in pietra sulla parte alta della facciata (San Nicolò, Madonna e San Liberale), il portale in bronzo con scene dell’Antico e Nuovo Testamento e il Campanile del 1568, sormontato da un angelo in bronzo che segue la direzione del vento. In Piazza Duomo si trovano anche Palazzo Carli e Palazzo Ovio Gobbi.

Sacile, Duomo di San Nicolò
Sacile, Duomo di San Nicolò

Tornando verso Piazza del Popolo imboccando la piccola Via della Pietà si passa a fianco della Chiesetta di Santa Maria della Pietà, costruita nel 1610 per accogliere la statua quattrocentesca della Pietà, anche nota come Vesperbild, che in quegli anni fu protagonista di numerosi miracoli. Nel corso dei secoli la chiesa è stata più volte sottoposta ad una serie di lavori di restauro e di rifacimento ma ha conservato sempre il meraviglioso porticato di ingresso, a doppia loggia, che esce direttamente dalle acque della Livenza.

Svoltando a sinistra alla fine di via della Pietà ci si dirige verso via Garibaldi, oltrepassando il Ponte della Libertà da cui si hanno delle visuali spettacolari, e si arriva nell’antico borgo. Qui si trova la Chiesa di San Gregorio, una chiesa del 1345 ora sconsacrata. Si accede all’interno della chiesa attraverso un portale e un arco trionfale in pietra d’Istria in stile rinascimentale. All’interno si possono ammirare frammenti di affreschi, alcune lapidi tombali di famiglie nobili sacilesi nel pavimento e lo stemma della città su una parete.

Sacile è una cittadina piacevole da girare in una giornata, visitando palazzi e chiese e passeggiando per i ponti e i vicoli del centro. Per una pausa caffè merita sicuramente il Caffè Commercio, in Piazza Duomo; per un ristoro enogastronomico, vi consiglio La Piola, Sacellum o il Ristorante Le Contrade.

Sacile, fiume Livenza
Sacile, fiume Livenza

Trovate alcune foto del Friuli Venezia Giulia nel mio spazio Flickr: https://www.flickr.com/photos/borntotravel77/albums/72157714736011353


Qui sotto trovate qualche spunto su altri luoghi da vedere in Friuli Venezia Giulia:

Qui sotto trovate qualche spunto su altri luoghi da vedere in Italia:

Leave a Comment